Vai al contenuto

All’Auditorium Antonianum: International Jazz Day dell’Unesco

23 aprile 2014

INTERNATIONAL JAZZ DAY ROMA_logo (2)Mercoledì 30 aprile, in occasione dell’International Jazz Day indetto dall’UNESCO, la città di Roma riunisce sullo stesso palco un cast artistico d’eccezione formato da 53 musicisti che daranno vita a una delle più grandi maratone jazzistiche degli ultimi anni. Tra loro, Gege’ Telesforo, Rita Marcotulli, Fabrizio Bosso, Maria Pia De Vito, Antonio Faraò, Stefano Di Battista, Fabio Zeppetella, Fresh Fish, Alfonso Deidda, Giovanni Tommaso, Aldo Bassi, Max Ionata, Lorenzo Tucci, Luca Mannutza, Flavio Boltro, Rosario Giuliani, Enzo Pietropaoli, Marcello Allulli, Ermanno Baron, Francesco Diodati, Domenico Sanna, Greta Panettieri, Israel Varela, Karen Rubio Lugo e Dario Deidda.  Dal 2011 l’UNESCO promuove in tutto il mondo questo avvenimento al fine di sottolineare il ruolo diplomatico del Jazz come elemento che unisce popoli e culture. Per celebrarlo, alla Giornata Internazionale del Jazz di Roma sarà scattata una fotografia collettiva in ricordo del celeberrimo scatto fotografico “A Great Day in Harlem” del 1958. Con la direzione artistica di Gegè Telesforo, l’evento si svolgerà nel bellissimo Auditorium Antonianum, situato nel cuore della Capitale a viale Manzoni 1: una location spettacolare e inedita per il grande Jazz italiano che accoglierà circa 600 spettatori. (Leggi tutto)

Vicenza Jazz: via alla XIXesima edizione

22 aprile 2014

Uri CaineFantascienza jazz: tra grandi nomi della mitologia jazzistica e i più attuali esploratori delle nuove frontiere della musica improvvisata, il programma della diciannovesima edizione del festival New Conversations – Vicenza Jazz promette di trasformarsi in un romanzo sonoro d’avanguardia con protagonisti la Sun Ra Arkestra, Uri Caine, Han Bennink, Michael Formanek, Tim Berne, Craig Taborn, Wayne Horvitz, Rob Mazurek, Hamid Drake, Napoleon Maddox, Mary Halvorson e via sperimentando. La selezione artistica, curata dal direttore del festival Riccardo Brazzale, concentra nel giro di nove giorni, dal 9 al 17 maggio, i migliori rappresentanti di sessant’anni del jazz più rivolto al futuro. Numerose generazioni di sperimentatori sonori si incontreranno a Vicenza, lasciando il segno di un’avanguardia sempre pronta a essere apprezzata con immediato coinvolgimento, capace di regalare brividi da thriller jazzistico anche all’ascoltatore più tradizionalista. Ma a Vicenza Jazz 2014 si esibiranno anche i più autorevoli ed emozionanti interpreti del mainstream o comunque di un jazz di più lineare concezione: Chick Corea, Kenny Garrett, Ravi Coltrane, Fabrizio Bosso, Rosario Giuliani, Gil Goldstein, Barbara Dennerlein, Vincent Peirani.Una serata speciale sarà poi quella del 10 maggio: un grande concerto gratuito in Piazza dei Signori con il vortice di elettronica e ritmi etnici degli Asian Dub Foundation, in data unica per l’Italia. Tra produzioni originali e la presenza di artisti che raramente è dato di ascoltare in Italia, Vicenza Jazz offrirà una panoramica a 360° sullo stato dell’arte della musica improvvisata. (Leggi tutto)

La Pasqua dell’Alexanderplatz: doppio appuntamento con Lorenzo Tucci/Alex Hoffman in concerto

19 aprile 2014

lorenzo tucciDoppio concerto all’Alexanderplatz, venerdì 18 e sabato 19, per il batterista Lorenzo Tucci, accompagnato dal pianista Claudio Filippini e dal contrabbassista Luca Bulgarelli. Sul palco del jazz club romano, Tucci presenterà “Tranety”, il suo personale omaggio a John Coltrane. Domenica 20 di Pasqua, l’Alexanderplatz ospita il quintetto del sassofonista americano Alex Hoffman. Lorenzo Tucci continua la sua ricerca sulla possibilità espressiva offerta dal trio batteria pianoforte e contrabbasso, riunendo attorno a sé due personalità forti e di spicco nel panorama italiano: Claudio Filippini e Luca Bulgarelli. I due hanno telepatia e mestiere a sufficienza per garantirgli climi e colori perpetuamente cangianti. Inoltre, il trio si muove sui principi dell’interazione totale; i ruoli sono paritetici e ciò ispira fortemente la poetica del leader Tucci. Ancora una volta, com’era stato per DruMonk, Tucci sente il dovere di rendere omaggio alla storia e a molti di quei protagonisti dell’epoca d’oro del jazz: questa volta il pensiero va diretto a John Coltrane. Del suo repertorio – quasi a voler ribadire l’importanza del compositore e del pensatore e non solo dell’esecutore – il trio ripesca qua e là da quel multi sfaccettato mondo, riuscendo persino disegnare le rotte di tre brani originali che ben si incastrano col restante repertorio: Hope e Solstice di Tucci e la struggente Ivre a Paris di Filippini. Domenica 20 di Pasqua, l’Alexanderplatz ospita il quintetto del sassofonista americano Alex Hoffman, sul palco con lui anche il chitarrista Emanuele Basentini. (Leggi tutto)

Rassegna “MusicaInFormazione”: Omaggio a Giorgio Gaslini

16 aprile 2014

Giorgio GasliniGiovedì 17 aprile si terrà, nell’ambito della Rassegna di concerti e cultura musicale “MusicaInFormazione” promossa dal Dipartimento di Scienze della Formazione e diretta dal prof. Raffaele Pozzi, un incontro dal titolo “Un itinerario sincopato. Omaggio a Giorgio Gaslini“, compositore, jazzista, pianista e direttore d’orchestra di fama internazionale, in occasione dei suoi 85 anni. Giorgio Gaslini, nato a Milano nel 1929,  è pianista, compositore, direttore d’orchestra e musicista Jazz di fama internazionale, attivo anche nel campo  della musicacontemporanea,  E’ stato titolare dei primi corsi di Jazz nei Conservatori Santa Cecilia di Roma (1972-73) e Giuseppe Verdi di Milano (1979-80), facendo conoscere una nuova generazione di talenti musicali e aprendo la strada all’ingresso ufficiale del Jazz come materia di studio in tutti i Conservatori italiani.  Ha collaborato per le musiche di scena con i più prestigiosi registi di teatro e per la televisione. Per il cinema ha composto numerose colonne sonore: celebri le sue musiche per il film  La Nottedi Michelangelo Antonioni. Ha collaborato inoltre con registi quali  Carlo Lizzani, Miklos Jancso e Dario Argento.  Ha pubblicato Musica Totale (Feltrinelli), Tecnica e arte del Jazz (Ricordi), Il tempo del musicista totale (Baldini e Castoldi). (Leggi tutto)

Infant Speech primo album targato U-Man Trio

15 aprile 2014

U-Man TrioUna formazione a leadership diffusa quella dello U-Man Trio, composto dalla pianista Gaia Possenti, dal contrabbassista Fabrizio Cecca e dal batterista Massimo Carrano. Scritto a “sei mani”, il primo album “Infant Speech” è il risultato di una ricerca che negli anni ha fatto confluire nelle composizioni influenze dal jazz e dalla musica classica su supporti ritmici latini e jazzistici. Pubblicato alla fine di febbraio in anteprima su Itunes dall’etichetta discografica AlfaMusic, da pochi giorni è stato nominato “Disco del mese” da Radio Vaticana, che il 10 aprile alle ore 21.30 ha trasmesso un approfondimento ed una intervista a Gaia Possenti.Il CD sarà disponibile dal 14 Aprile anche nei negozi di dischi (AlfaMusic/Egea distr.)Mercoledì 16 aprile, si terrà un concerto di presentazione dell’Album presso il 28DiVino Jazz Club di via Mirandola 21 – RomaDalle note di copertina di Germano Mazzocchetti:“La felicità dell’invenzione musicale dello U-MAN Trio risiede soprattutto nella trasparenza dell’interplay, di quel gioco cioè di rimandi fra i tre strumenti che vide in Bill Evans il pioniere e il più autorevole esponente, e che da allora è una costante imprescindibile dell’intesa tra i componenti del trio piano-contrabbasso-batteria. A tutto questo va aggiunta la capacità veramente invidiabile della creazione melodica, componente non sempre presente nella musica attuale. (…) La sintonia dei tre musicisti è notevole, e non potrebbe essere altrimenti in una formazione che è una delle più difficili da proporre, proprio per i paragoni nobili e conclamati che vengono in mente quando si tratta di un trio così formato. Il risultato a cui arrivano Gaia Possenti, Fabrizio Cecca e Massimo Carrano è del tutto in linea con le migliori prestazioni del panorama jazzistico.” (Leggi tutto)

Germano Mazzocchetti Ensemble in concerto al Teatro Studio

14 aprile 2014

germano mazzocchettiMartedì 18 aprile l’appuntamento da non perdere è al Teatro Studio dell’Auditorium Parco della Musica con Germano Mazzocchetti Ensemble, formazione composta da solisti che hanno svariate esperienze musicali, dalla classica al jazz alla world music. Le composizioni dello stesso Mazzocchetti alla fisarmonica sono quindi orientate verso un linguaggio che faccia convivere le diverse anime dei musicisti: atmosfere colte e assolo improvvisati, nenie popolaresche e momenti più scopertamente ritmici appoggiano su una base che si ispira alla musica popolare mediterranea, nelle sue molteplici sfaccettature. Il risultato è una  musica caratterizzata da uno spiccato sincretismo linguistico, che bene si allinea ad alcune tra le più interessanti esperienze della musica d’oggi. (Leggi tutto)

In uscita Maria’s Call: il nuovo album di Nicola Alesini

10 aprile 2014

Maria's CallMaria’s Call è il nuovo album del sassofonista Nicola Alesini, edito da Helikonia. Si tratta della sua 23esima produzione, composta da 21 sue composizioni, per solo sassofono e loops elettronici. Ritenuto dalla critica sassofonista anomalo, uno dei più attenti ricercatori di nuove sonorità, dal fraseggio penetrante, onirico, visionario, Nicola Alesini da sempre esplora con libertà, senza condizionamenti stilistici e culturali, molteplici universi musicali che fondono jazz e musica popolare, ambient , world music e minimalismo. In questo disco considerato da lui stesso: “Un punto di arrivo musicale, alla ricerca di una totale essenzialità espressiva”, punta il dito dritto al cuore dell’ascoltatore coinvolgendolo in un viaggio intimo, visionario e magico dal forte impatto emotivo. Un progetto dalle sonorità avvolgenti, fatto di brani originali che vanno dall’improvvisazione totale, alle memorie di concerti e collaborazioni degli ultimi anni. Nicola Alesini con il suo stile personale rende il suo fraseggio riconoscibile al primo ascolto, in Maria’s Call traduce in suono la forza evocativa dei suoi ricordi(come nel brano Lisa e Tore, Il Partigiano brani dedicati rispettivamente alla perdita della madre e del padre), stati d’animo ( brano Viadamelio composto per Rita Borsellino in memoria del fratello Paolo) e storie di vita vissuta. (Leggi tutto)

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 91 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: