Skip to content

L’Altra Domenica al teatro Portaportese : di scena Giulia Salsone Quartet, Roots Magic

14 marzo 2015

enrico de fabritiisR-Esistenza Jazz Collective arriva al secondo appuntamento proposto nel cartellone dell’interessantissimo Festival ospitato dal Teatro Portaportese, nell’ambito dell’iniziativa promossa dall’Ass. Entroterra “l’Altra Domenica”: una serie di appuntamenti culturali  legati al mondo della  musica, della letteratura e del cinema. Ben due saranno i concerti in cartellone domenica 15 MarzoR-Esistenza Jazz Collective opera per ridare visibilità a questo linguaggio musicale, il jazz, troppo spesso lasciato in disparte dalle manifestazioni sostenute dalle amministrazioni, dal risultato di riunioni e dibattiti scaturiscono concerti e laboratori musicali di grande spessore. (Leggi tutto)

Piji torna all’Alexanderplatz Jazz Club con un ospite speciale: Dario Vergassola

14 marzo 2015

pijiSe è vero che la principale caratteristica del jazz è l’improvvisazione, Dario Vergassola è uno dei grandi jazzisti della parola e della comicità. Ospite d’eccezione di Piji all’Alexanderplatz Jazz Club domenica 15 marzo, Vergassola farà coppia con l’attrice di formazione ronconiana Caterina Corsi, per un momento speciale di quelli che possono capitare solo a “Jazz no end”, il format che vede l’Electroswing Quintet del cantautore romano come resident band da due anni nel più importante ed il più antico jazz club di Roma. Come sempre il palco si trasformerà in una sorta di Café Chantant con vari intrecci tra il mondo della canzone italiana, il jazz, l’elettronica e lo stile manouche, tra canzoni originali, cover, numeri e ospiti d’eccezione. L’evento nell’evento sarà appunto la coppia formata da Dario Vergassola e Caterina Corsi. Lei legge ed interpreta, lui ascolta e commenta nel suo ineguagliabile modo alcuni passi tratti dal suo primo apprezzatissimo romanzo, “La ballata delle acciughe”, un viaggio in cui il comico spezzino ci catapulta nella realtà di un bar della periferia di La Spezia, popolato da una giostra di personaggi strani, buffi, a volte ridicoli ma anche molto realistici, pieni di paure, piccole e grandi manie, problemi quotidiani ed esistenziali. (Leggi tutto)

Alla Casa del Jazz di scena lo spettacolo Just Play di Dimitri Chimenti

13 marzo 2015
Casa del JazzSabato 14 marzo alla Casa del Jazz l’ Associazione Cultura è Libertà, in collaborazione con Libera International, propone alcune iniziative con sottoscrizione, a sostegno del progetto Liutai a Gaza. La Musica al lavoro contro la distruzione , proposto dall’Associazione palestinese Al Kamandjati (il progetto riguarda la creazione di un laboratorio di formazione lavoro a Gaza, per la riparazione e, successivamente, costruzione di strumenti musicali). Tra le iniziative ci sarà la proiezione di JUST PLAY di Dimitri Chimenti, uno spettacolo che non parla solo di occupazione o di conflitto e che allo stesso tempo è neppure un film sulla musica. Certo, questi sono tutti elementi della storia, ma il film parla narra di un gruppo di uomini e donne che lavorano con Al Kamandjati, un’associazione culturale franco-palestinese che conduce un programma di educazione musicale in un territorio che dai campi rifugiati del Libano arriva sino alla Striscia di Gaza. Questo film esplora le speranze, i punti di vista e le vite di uomini, donne e bambini che della musica fanno un mezzo di libertà e di liberazione. Questo film incrocia i loro mondi, per rispondere a domande complesse e fondamentali: che senso ha suonare Bizet tra le sbarre di un check point? Perché un’orchestra sfida un esercito? Qual è la posta in gioco? (Leggi tutto)

L’Ambasciata dello Swing diretta da Giorgio Cùscito di scena al Testaccio Swing Friday

12 marzo 2015

giorgio cuscitoContinuano con successo  gli appuntamenti  del Venerdì con la Rassegna “Testaccio Swing Friday” alla Moderna di Testaccio, in Via Galvani 89, a cura del Direttore artistico Pierluigi Siciliani ovvero Piji. In questo quarto appuntamento, venerdì 13 Marzo alle ore 2.00, sarà protagonista l’Ambasciata dello Swing diretta da Giorgio Cùscito. Dopo gli ultimi grandi successi del Roma Jazz Festival e del Capodanno romano in Via dei Fori Imperiali con lo Swing Circus Vintage Party, che ha visto Giorgio Cùscito con la sua Swing Valley Band nel palco di Largo Corrado Ricci, il grande sassofonista e pianista romano è stato insignito del titolo di “Ambasciatore dello swing a Roma”, dalla comunità dei lindyhoppers romani e dal Roma Jazz Festival stesso. L’ambasciata dello Swing a Roma è un progetto aperto. Aperto a tutti gli “stati generali” dello swing romano, ovvero a tutti coloro che suonano, cantano, ballano e amano lo swing in generale. La serata sarà “dancers friendly” quindi particolarmente adatta ai lindyhoppers, che avranno a disposizione un’area di parquet a loro dedicata. Sassofonista, pianista, vibrafonista, arrangiatore e compositore, Giorgio Cuscito è tra i massimi esponenti italiani di jazz tradizionale. (Leggi tutto)

Greta Panettieri in concerto all’Elegance Cafè

10 marzo 2015

greta-panettieriRioma Brasil porta al centro della Dolce Vita brasiliana delle “noites riomanas” di Via Veneto Greta Panettieri, tra le migliori voci italiane del momento, attualmente in tour con il suo album “Non gioco più”, interpretazione jazz dei più grandi successi di Mina, solo per la “Noite riomana” a lei dedicata in scena con un eccellente repertorio brasiliano. La Panettieri è che sarà di scena mercoledì 11 marzo all’Elegance Cafè molto conosciuta anche in ambito verdeoro, sua grande passione: il Brasile l’ha ospitata molteplici volte lungo i suoi tour, è spesso ospite del programma “Brasil” di Radio Rai Uno condotto da Max De Tomassi, e lei interpreta abitualmente la musica brasiliana più colta. Il Brasile è sempre stato parte del suo universo tanto da pubblicare “Greta’s Bakery-Brazilian Nights”, disco live di standard brasiliani da Hermeto Pascoal, a Gilberto Gil, Tom Jobim, Toninho Horta e così via, per il quale ha in progetto una seconda parte, questa volta inediti in portoghese. È comparsa anche come guest e coautrice nell’album di Patricia Romania “Sou Brasileira”, insieme a grandi nomi del jazz internazionale. Nel corso della serata Rioma presentà anche “Viaggio in jazz”, la nuova graphic novel firmata Jasmin Cacciola, che racconta in fumetti l’ascesa artistica della cantante umbro-romana nella sua patria adottiva, New York, dai contesti jazz tradizionali fino ai più sperimentali, passando per il Latin, il Brazilian, il Soul e il Funk. (Leggi tutto)

Enrico Pieranunzi e Federico Casagrande in concerto all’Auditorium

5 marzo 2015
pieranunziLa rassegna Dialogo propone lunedì 9 marzo all’Auditorium Parco della Musica l’incontro tra Enrico Pieranunzi, maestro del pianoforte jazz riconosciuto a livello internazionale, e un giovane ma già affermato chitarrista contemporaneo, Federico Casagrande. Da questo incontro nasce una melodia dolce che, se ascoltata al risveglio, può influenzare positivamente il mood di una giornata. “Anne Blomster Sanguna” è un brano composto da Enrico Pieranunzi, perla di luminosa bellezza apre “Double Circle”(CamJazz), lavoro che fa incontrare in studio per la prima volta Enrico Pieranunzi e Federico Casagrande. Due musicisti di generazioni diverse e di formazione diversa, legati e avvicinati dall’amore per il jazz. Quell’amore che ha portato Pieranunzi a diventare, negli anni, uno dei maestri riconosciuti del pianoforte. E ha portato Casagrande lontano da casa, visto che dalla provincia di Treviso è arrivato fino a Parigi per farsi le ossa nei club della capitale francese, tornando più maturo e pronto a raccontare la sua musica. Due percorsi diversi che si sono incrociati in uno studio di Udine, dando vita a un disco ricco di suggestioni, con brani ariosi e quieti che si alternano a piccoli movimenti più concitati, come nel caso delle due brevi improvvisazioni “Sector 1” e “Sector 2”.
casagrandeE a proposito di percorsi, “Dangerous Path” è uno di quelli in cui gli strumenti di Pieranunzi e Casagrande si intrecciano con grande irruenza, dando davvero la sensazione di essere inseguiti su un terreno accidentato. Ma ci vuole poco a far tornare la quiete: “Within The House of The Night” è un’oasi gentile di rara eleganza. Commovente “Charlie Haden”, omaggio di Pieranunzi a un musicista con cui tanta strada ha condiviso, negli anni ottanta insieme a Chet Baker e nel decennio scorso con i due progetti “Special Encounter” e “FelliniJazz”. I brani sono tutti firmati dai due protagonisti, con l’esclusione della sola “Beija Flor”, di Noel Silva, Augusto Tomás Jr e Nelson Cavaquinho. Con la produzione artistica di Ermanno Basso, l’album è stato registrato e mixato da Stefano Amerio presso lo studio Artesuono di Cavalicco, e masterizzato da Danilo Rossi.
 

(Leggi tutto)

Fabio Accardi in concerto alla Casa del Jazz

4 marzo 2015
fabio-accardiSabato 7  marzo salirà sul palcoscenico della Casa del Jazz Fabio Accardi con il suo spettacolo “Bande Originale – Jazz Moviement”. Incentrato sul rapporto tra musica e cinema, in particolare sul connubio tra jazz e cinema, il nuovo progetto del batterista pugliese Fabio Accardi, è un vero e proprio viaggio sonoro e visivo attraverso le calde atmosfere, il mood e il pace creato delle colonne sonore che più hanno toccato la sensibilità dell’artista. L’idea nasce quando  Donatella Mor, responsabile del Festival del Cinema di Spello, invita Accardi a realizzare un concerto in occasione della serata dedicata alla Fondazione Comitato per la vita Daniele Chianelli di Perugia, che da anni è attiva nella raccolta di fondi per la ricerca sulla leucemia. Il musicista ha già avuto occasione di “prestare” la propria opera al cinema. Non solo come interprete-esecutore di una cover riarrangiata “Lazy Moon” dei Groove Armada nel film di Sergio Castellitto “la bellezza del somaro”, ma anche come compositore. Infatti due tra i suoi brani, “Les Amours secrètes” e “La vita facile” (quest’ultimo scritto insieme a Silvia Manco) sono stati utilizzati nelle colonne sonore di film. Il primo in un film albanese dal titolo “Bota” di Iris Elezi che ha vinto il premio Fedoeora per il miglior film nella sezione “East of the West” e il secondo nel film di Lucio Pellegrino “La vita facile”. Onorato e stimolato dall’invito al Festival del Cinema di Spello, il musicista  concepisce un progetto che, oltre ai brani piu’ evocativi e cinematici tratti dai suoi due dischi  “Whispers” e “Arcoiris” e  a tre originali inediti, possa includere alcune delle piu’ belle pagine musicali tratte dalle colonne sonore di film piu’ e meno celebri che lo hanno segnato indelebilmente. (Leggi tutto)
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 108 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: